lunedì 6 settembre 2010

SIAMO MALATI 1 parte

In questi giorni il mio maritino ha fatto una scoperta sconvolgente:siamo malati di...ORTORESSIA...
non lo dico io eh,lo dicono dottori,economisti ed esperti vari!
www.disinformazione.it/mangiare_sano_disturbo_mentale.html

Non allarmatevi vi spiego subito...
Probabilmente impieghiamo qualche minuto in più dei "sani" ma noi abbiam sviluppato,con il tempo e con un po di buon senso(un pò di autostima non fa mai male),l'abitudine a leggere l'etichetta di tutti i prodotti che acquistiamo al supermercato.

Sì,non ci limitiamo a leggere la data di scadenza ma facciamo attenzione al numero degli ingredienti,all'ordine in cui sono scritti sull'etichetta(che equivale alla percentuale dell'ingrediente nel prodotto)e a tutte quelle sigle a molti sconosciute...(io non le conosco ancor bene,il maritino alla perfezione...quindi è più malato di me!hi,hi,hi)...

Direte:"ma siete matti,non uscirete più dal supermercato!"

E invece vi stupirò:noi trasformiamo il supermercato in un baby parking perchè ci andiam,soli o in coppia, sempre con due bimbi pestiferi(ma adorabili...eh eh)al seguito e chi li saluta di qua, chi li gioca di là,tra commesse e clienti riusciamo a far acquisti abbastanza consapevoli!!!

Vi faccio un esempio:prima di essere affetti da questa grave malattia compravo ai miei bambini una famosa marca di merendine fresche moooolto pubblicizzate...un giorno sul retro dell'incarto tra ingredienti vari e sigle sconosciute leggo uova in polvere..."sigh,che sò ste uova in polvere?come le producono le galline?le coveranno troppo?o forse le schiacceranno con le zampette?"

Il marito:"Saranno tipo i liofilizzati che molti danno ai poppanti"...io"mai dati liofilizzati...inizio ora che son svezzati:mai"...tra le sigle c'è poi qualcosa di strano...così abolite merendine banco frigo,oltre a quelle confezionate(che dò da mangiare a questi due poveri bimbi?magari vi racconto un giorno)

Al supermercato c'è un'altra cosa che adoro fare:osservare la spesa degli altri,non so mi sembra di capire tante cose su di me e sugli altri...ma questa è un'altra storia...sarà anche un'altra malattia!Ahi ahi

Spero di non avervi contagiato...in tal caso sappiate che non è una malattia mortale,anzi...sicuramente migliora la nostra splendida VITA!!!

16 commenti:

Anonimo ha detto...

GRAZIE PER L'INFORMAZIONE...FARò PIù ATTENZIONE PIA

federica ha detto...

presente !!!!!!!!!!!!
terza malata
IO

ste ha detto...

Anch'io allora sono malata!?!
Ma è una malattia che sono contenta di avere......è da quando ho 20 anni (un sacco di tempo fa...sigh!) che mi sono lasciata contagiare, mia mamma non sopportava di fare la spesa con me....diceva che le facevo perdere tempo, ma per me ci ho solo guadagnato!!
E ora i miei bimbi sono così bene educati (nell'alimentazione...s'intende!) che appena vanno a casa degli altri, amano "sforare".....e io penso "quando andranno a vivere da soli, vivranno di hamburgher, patatine fritte e cocacola", AHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!
Baci
Ste

P.s.:spero di riuscire a spedire il regalo più presto possibile...anon è il momento più favorevole, ma ce la metterò tutta!!!
Intanto mandami il tuo indirizzo!

Giada ha detto...

Ti do ragione al cento per cento, ed anzi,io estendo questa "malattia" anche nella scelta di cosmetici, prodotti per la pulizia, di tutto... magari all'inizio si perde più tempo, ma ne vale la pena!Anche perché una volta trovato il prodotto giusto, non lo si abbandona più.
Nei cosmetici si leggono nella lista degli ingredienti cose da far rabbrividire(specialmente in una nota marca per bimbi, che non cito ma che è mooolto pubblicizzata).
Ciao! :)

Valeria ha detto...

Che bello sapere che non siamo poi così soli(visto che i nostri amici fanno finta di non sentire)...
Giada:che storie poi i prodotti per bambini...difficilissimo trovare quelli adatti...comunque sì una volta trovato il prodotto giusto diventa tutto più semplice

eleonora ha detto...

ciao vale grazie della tua visita,anche io leggo come te prima di comperare,anche se meno ,ma non bisogna demonizzare tutto,io sono vegetariana i miei familiari no,come la mettiamo con tutti gli antibiotici che si mangiano con la carne???? e la calce che sbianca lo zucchero???? sai se non ci fossero stati i liofilizzati mia figlia grande non so se sarebbe viva,mangiava quegli intrugli assai costosi ma del tutto simili a quelli che gli astronauti si portavano nello spazio 30 anni fa, quando lei a quel tempo non stava bene, aveva bisogno di tanto nutrimento in pochissimi cucchiaini di alimento.Grazie ad una pediatra molto brava lei c'è ed ha 32 anni.un bacione ele

Valeria ha detto...

ciao ele,non volevo demonizzare nulla...il mio post era solo una osservazione sul fatto che spesso consumiamo e basta e ci facciamo condizionare negli acquisti senza usare attenzione e la nostra testolina...chi invece presta un po di attenzione viene addirittura considerato malato?!?sai, dei liofilizzati non mi sono mai interessata più di tanto,non avendone la necessità,nel post volevo riferirmi alle uova in polvere trovate su alcuni prodotti...lo zucchero meglio quello di canna...per la carne,complimenti,per ora noi abbiamo rimandato la questione essere vegetariani ma sappiamo benissimo tutto ciò che c'è nella carne e abbiamo un rivenditore di fiducia(speriamo bene,allevano e macellano loro...ma ci son sempre mah)

Rita B. ha detto...

Hai ragione Valeria anch'io leggo le etichette degli ingredienti,cavoli ci propinano di tutto! Aoh ma che ci avete preso per monnezza?Fondiamo il comitato FLE fanatici lettori di etichette!
Mi hai fatto ridere con le uova covate in uno strano modo,magari faceva caldo se so' polverozzite!
Un bacione sono tua sostenitrice!;)

Rita B. ha detto...

Volevo scrivere POLVERIZZATE ho invertito le vocali:)))))

Recuperando ha detto...

Se questa è una malattia .....allora sono felicissima di averla e di contagiare soprattutto!!!!
Sapessi anche io quante cose di meno compro da quando leggo !!
Ci hanno guadagnato la salute e perchè no!! Anche il portafoglio!!
Ciao cara!!
Sono su monnalisa!!
Sabry

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Beh..anche io leggo...ma confesso...vdo molto più di corsa.
Valeria continua così. se noi consumatori dovessimo davvero fare più attenzione, certe schifoserie forse non ci sarebbero nei supermercati.
ciaoo e grazie per l'info...il termine con lo conoscevo (che ignorante che sono :-)

Liza ha detto...

Anch'io stò attenta a quello che metto nel piatto...cerco di comprare il più possibile alimenti freschi e controllati ...però sinceramente non sono così pignola!!Qualche merendina o patatine qualche volta le compro...poi ho insegnato ai miei figli che ad.es. la cocacola si beve solo al sabato con la pizza e per finire si mangia il gelato!!!Però durante il resto della settimana si beve solo acqua e non si mangiano gelati!!!Secondo me quello che fa male è quando si esagera con certi alimenti...qualche sfizio bisogna toglierselo!!!Altrimenti si potrebbe avere l'effetto contrario!!!Ciao,molto interessante il post!!!Baci ,Liza.

Valeria ha detto...

Rita B:carina l'idea del comitato...e benvenuta;)
Recuperando:verissimo si spende meno e meglio...un altro aspetto che ultimamente mi ha preso molto è far la spesa acquistando meno incarti possibili(es frutta e verdura sfusa...ora anche il latte nei distributori muuuuuolto più buono)
Carla:il termine e soprattutto che si trattasse di una malattia non lo conoscevo neanche io fino a poco tempo fa!

Valeria ha detto...

Liza:eh certo mai rinunciare a qualche sfizio...purtroppo anche noi mangiamo ogni tanto qualche schifezza...leggendo sempre l'etichetta,c'è schifezza e schifezza...hi hi hi

mammasorriso ha detto...

anch'io ultimamente ci sto più attenta...ci rifilano di tutto!

miro. Shabby e dintorni. ha detto...

Ciao, arrivo dalla casa di Monnalisa.
Della malattia di cui parli io sono malata da sempre, leggo anche io attentamente le etichette, almeno la prima volta che acquisto un alimento, poi una volta passato l'esame non lo faccio più.
E, come te, quando sono in coda alla cassa amo buttare l'occhio nel carrello degli altri (dimmi cosa compri e ti dirò chi sei).
A presto
ROsa